Turistica

I dintorni di Duchcov offrono numerose mete turisticamente allettanti. Tra tutte presentiamo tre interessanti proposte.

Castelletto Dvojhradí e bandita di Mstišov

In località Mstišov (oggi è parte del comune di Dubí) si trova un bel castelletto a forma octagonale, in stile cinese chiamato "Dvojhradí", fatto costruire nel 1703 da František Clary-Aldringen per sua moglie Tupperle. L’aspetto odierno è quello del 1795, quando divenne popolare meta di gite. Nel medesimo periodo, nei suoi dintorni, è stata rinnovata e aperta al pubblico una tenuta di circa diciassette ettari. I visitatori vi possono ammirare cervi, daini, capriole, cinghiali, anatre, fagiani e volpi. Si può dar da mangiare agli animali (pane duro, verdura o foraggio acquistabile sul posto).

Zvířata lze krmit (tvrdým chlebem, zeleninou, apod.), za dobrovolný poplatek si můžete krmivo zajistit na místě.

Castello Rýzmburk

Il gigantesco castello Rýzmburk é situato circa due chilometri dal comune di Osek, al termine della valle Oseca tra i monti Špičák e Stropník. É considerato uno dei piú grandi castelli reali della Bohemia. Pare che solo il Castello di Praga sia piú grande. Era lungo circa 250m e largo da 60 a 95m. Lo fece costruire, intorno all’anno 1250, Boreš di Osek, maresciallo di corte di Václav I, discendente della ricca famiglia Hrabišic. Il suo aspetto é in stile gotico post-classico. Del castello originale rimangono, relativamente in buona conservazione, i resti delle mura, di due torri rotonde, della torre quadra e del palazzo. Purtroppo è chiuso al pubblico per problemi statici che riguardano le mura del castello.

Per arrivarci si segue la strada turistica che parte dalla piazza di Osek, gira intorno alla stazione dei treni e al monumento al disastro nella miniera Nelson, poi si svolta a destra lungo la stada asfaltata, fino a raggiungere il bosco e arrivare alla chiesa che si trova nel villaggio sotto il castello. Da qui si sale per circa 500m attraversando il bosco.

Komáří vížka

Il pinnacolo Komáří vížka (870m) domina la parte orientale della montagna di Krušné hory. I dintorni sono attraversati in profondità da molte gallerie vecchie e lungo tutto il versante é possibile trovare resti dell’antica attività mineraria. Nel 1875 fu costruito sul pinnacolo un ristorante con una torre quadrata in pietra che serve da belvedere. Nelle giornate limpide con una buona visibilità, é possibile veder dalla terrazza perfino le cime di Krkonoše (montagna) e le alture di České středohoří. Suggeriamo di raggiungerle utilizzando la seggiovia che parte da Krupka. É stata costruita nel 1952 ed é la piú lunga e vecchia seggiovia senza la stazione intermedia nella Repubbilca Ceca. É lunga 2.348 metri e il viaggio dura 15 minuti. La usano spesso anche i ciclisti, visto è possibile il trasporto di biciclette.

Per scendere dal pinnacolo potete scegliere tra varie possibilitá. Il sentiero segnato in rosso va ad occidente fino a Cínovec, dove si puó attraversare la frontiera con la Germania.Il sentiero segnato in rosa va adoriente e porta ad Adolfov e poi a Telenice. Facendo questo percorso si puó deviare poi sul sentiero segnato in verde e andare a Chlumec. Il sentiero blu porta a Dubí. Il sentiero giallo va intorno al rudere di Kyšperk e porta al “Sentiero dei dottori” e a Unčín. É possibile concludere la gita al santuario di Santa Maria Dolente, con splendido interno, che si trova in piazza Mariánské a Bohosudov.